Connect
To Top

Maglione infeltrito: cosa fare?

Dai rimedi naturali a quelli della nonna, fino alle tecniche più moderne, vediamo come recuperare un maglio infeltrito. Non disperate, è possibile. Ma il tipo di intervento dipende da quanto è infeltrito il vostro maglione. Ecco la nostra guida.

maglione-infeltrito

Ammettiamolo, è successo a tutte, anche alle casalinghe più esperte, di fare il lavaggio sbagliato in lavatrice, a una temperatura troppo alta, tirando così fuori dall’oblò un maglione infeltrito ristretto – magari si trattava proprio di quello preferito – a tal punto da poterlo far indossare solo a una Barbie. Infatti i lavaggi aggressivi, l’eccessivo calore possono  essere dannosi per le fibre dei capi in lana, cachemire e perfino seta. Cosa fare?

Rimedi efficaci all’infeltrimento, naturali e non

Non disperate, il vostro capo non è rovinato per sempre. Eccovi infatti una serie di consigli utili su come recuperare un maglione infeltrito.

Oggi esistono dei prodotti ad hoc per porre rimedio a un simile inconveniente, ma potete anche optare per dei metodi tradizionali e fai-da-te, che risultano più economici e rapidi.

Maglione infeltrito: l’importante è agire subito

La prima regola da imparare se si vuole far tornare allo stato originario una maglia infeltrita è quella di agire tempestivamente, perché così si hanno maggiori probabilità di riuscita. Inoltre è necessario avere a disposizione: ammoniaca, latte, alcol, sapone di Marsiglia o comunque neutro, acqua tiepida, bicarbonato, trementina.

I rimedi casalinghi per sfeltrire una maglia o un maglione sono diversi e tutti permettono di riportarlo a com’era prima del lavaggio errato. La questione del recupero di un maglione infeltrito però andrà affrontata diversamente a seconda della gravità del danno.

Se il maglione si è ristretto di poco:

  1. a) Nel caso di un maglione ristretto, ma solo leggermente, la cui lana è appena alterata nelle fibre, si potrà ovviare immergendolo in una bacinella in cui si sarà versato un po’ di latte e lasciandovelo per mezzora. Trascorso il tempo, si risciacquerà bene in acqua fredda e si stenderà.
  1. b) L’alternativa per “salvare” il capo è quella di metterlo in ammollo per circa due ore in una soluzione in parti uguali di acqua e ammoniaca; seguirà anche in questo caso il risciacquo in acqua fredda, per poi stenderlo al sole.

Per un infeltrimento pesante invece:

Come trattare un maglione infeltrito in lavatrice quando il danno è più grave? Se ne è uscito veramente striminzito e ha perso tutta la sua morbidezza, bisognerà operare con accorgimenti diversi, più lunghi e laboriosi, che richiederanno perciò un po’ di pazienza.

  1. a) Dovrete lasciare il capo infeltrito in ammollo nell’ammorbidente per un paio d’ore, quindi versare nello stesso recipiente una buona quantità di acqua calda a una temperatura di poco più bassa degli 80°, attendendo sinché non si sarà raffreddata da sé. Poi lo lascerete immerso nella stessa soluzione, cui aggiungerete almeno un altro litro di ammorbidente, per una notte intera. Al mattino successivo, procederete al risciacquo e lo metterete ad asciugare al sole. Con questo procedimento il risultato è garantito all’80%, ma, se si era molto infeltrito con il lavaggio in lavatrice era stato particolarmente marcato, si ripeteranno tutti i passaggi e in tal modo tornerà perfetto.
  1. b) Altra possibile operazione, in alternativa a questa, per porre rimedio a un maglione infeltrito, consiste nell’immergerlo per un giorno intero in una soluzione di 10 litri d’acqua tiepida, sapone di Marsiglia, 1 cucchiaio di trementina, 3 cucchiai di ammoniaca e mezzo cucchiaio di alcol, da miscelare con cautela. Seguirà il risciacquo accurato in acqua fredda corrente e l’asciugatura al sole.
  1. c) Ma c’è ancora un’altra opzione per ridar vita al vostro un maglione  in modo evidente: metterlo in un recipiente riempito con 2 litri d’acqua fredda in cui verserete 20 grammi di bicarbonato e lasciarlo in ammollo per tutta la notte. All’indomani lavare con il sapone di Marsiglia, dopodiché reimmergerlo per 6 ore in una soluzione di 2 litri d’acqua e 10 cucchiai di acido tartarico, avendo cura di rimescolare ogni ora. Terminerete, come sempre, con il risciacquo a fondo in acqua fredda e poi lo stenderete per farlo asciugare, certe che il maglione infeltrito dal lavaggio sbagliato sarà tornato perfetto!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.