Connect
To Top

I migliori marchi italiani moda uomo

Quali sono i migliori marchi italiani di moda da uomo? Tra i più famosi, gli emergenti, i brand di lusso, ecco la nostra guida alle marche di abbigliamento più famose.

stilisti moda uomo migliori

Indicare i migliori marchi moda uomo italiani non è semplice, perché tra i nostri stilisti sono molti quelli che si distinguono per qualità, originalità, apprezzamento degli addetti ai lavori e della clientela. Senza dubbio però alcuni nomi emergono sugli altri e sono noti in tutto il mondo!

1) Il primo da nominare è Ermenegildo Zegna, un marchio che ha le sue origini nel 1918, quando viene fondato il Lanificio Zegna. Da allora è stata un’ascesa, alla continua ricerca dell’eccellenza e dell’innovazione, di generazione in generazione, producendo vestiti con preziosi dettagli realizzati a mano e tessuti esclusivi, nello stile classico italiano, con taglio tradizionale, eleganza contemporanea, ed anche su misura.

zegna uomo estate 2017 catalogo

Campagna Zegna

2) Giorgio Armani, il maestro, dallo stile inconfondibile che si riconosce ad una prima occhiata. La sua è una moda dal lusso raffinato, mai volgare o sopra le righe, ma, nonostante questo, pur mantenendo i suoi capisaldi, capace di rinnovarsi sempre: nei tagli delle giacche e dei completi, nei colori scelti, nel curato abbinamento degli accessori.

cerimonia uomo giorgio armani 2017

3) Nell’elenco delle marche famose di abbigliamento maschile made in Italy, non si può non citare un’altra casa di moda storica, Valentino, brand di lusso di cui è ben noto il perfezionismo, la cura dei dettagli e l’eleganza dei modelli, per un look maschile sempre impeccabile, in qualunque occasione.

Valentino uomo inverno 2017-2018

4) Tra i marchi moda uomo italiani più noti in tutto il mondo c’è Gucci. La linea maschile è apprezzata molto per la pelletteria (scarpe, cinture, borse), ma anche per gli abiti dal tocco nobile, spesso con in evidenza il simbolo con le due “g”, che tutti riconoscono.

5) Altra firma italiana eccezionale anche per l’uomo è Fendi, che nel campo degli articoli in pelle è sulla scena dal 1918: borse, capi ed accessori di alta classe, ormai diventati mitici, col logo formato dalle due “f” incrociate.

6) Un mago nel creare scarpe belle, di qualità e comode è Ferragamo, che da molti decenni fa per gli uomini non solo calzature, ma anche pelletteria ed accessori vari.

7) Il minimalismo è alla base del concetto di moda di Prada: partito da borse e pelletteria di lusso, veste un uomo che punta all’essenziale senza rinunciare all’alta qualità, con capi piuttosto classici e durevoli.

La ricchezza dello stile di Versace e Dolce & Gabbana

8) Ricco, sofisticato, colorato, Versace, molto apprezzato all’estero e prediletto delle star, crea invece per l’uomo capi dai tagli sartoriali e tessuti di qualità, che si fanno notare per le stampe, le applicazioni, le rifiniture di lusso e vistose.
9) Dolce & Gabbana è invece un marchio di lusso dalle caratteristiche “mediterranee”, con riferimenti alla Sicilia e alle sue tradizioni, ed è molto amato dai volti noti del cinema e della musica internazionali.

I colori di Missoni e Etro

10) Tra i marchi moda uomo nostrani migliori c’è certamente Missoni, soprattutto con la sua maglieria a fili colorati intrecciati, assolutamente senza eguali.

11) Tanto colore, fantasie ispirate a paesi lontani, per un uomo viaggiatore e di mondo, sono i tratti vincenti di Etro, nata nel ’68, ma arrivata al vero successo negli anni ’80 e poi affermatasi in campo mondiale.

Una classe inappuntabile e senza tempo

12) Classico impeccabile quello di Canali, con i suoi completi lineari, le camicie perfette, per un uomo che non perde mai un capello!

13) È un brand di lusso italiano conosciutissimo anche Cucinelli, affermatosi soprattutto per la maglieria in pregiato cachemire. Pure il suo è uno stile sobrio e distinto, oltre la mode del momento.

cucinelli moda uomo estate 2017-catalogo

14) Classe senza tempo pure per Boglioli, altra casa di moda maschile italiana celebre, che dalla nascita, ai primi del ‘900, reinterpreta l’abbigliamento classico, rinnovandolo con nuovi trattamenti dei tessuti, i migliori materiali e colori inediti.

15) Pellizzari, brand giovane, ma già molto noto, si fa notare per la sapiente costruzione dei capi: giacche e cappotti in tessuti e modelli diversi, sia classici che in materiali cangianti.

16) Per gli accessori, in particolare le cravatte, vanno menzionate le sartorie napoletane come Marinella, che dal 1954 ne fa di splendide, in tanti colorati motivi, in seta, maglia ed altri materiali.

17) Sartoriali e anche su misura, i vestiti di Luigi Bianchi Mantova son dal 1911 esclusivi, rifiniti con cura. Non solo capi formali, anche informali, ma sempre dalla vestibilità perfetta e dal taglio impeccabile.

Gli emergenti della moda uomo italiana

Diversi i marchi emergenti della moda maschile italiana da citare in questo elenco perché stanno crescendo e promettono grandi successi.

Come EdithMarcel, brand che nasce dalla collaborazione tra i giovanissimi Gianluca Ferracin e Andrea Masato, che hanno iniziato con una collezione senza genere (sia per l’uomo che per la donna) e dalla grande attenzione all’ambiente.

Altro giovane promettente è Marcelo Burlon, la cui moda si richiama anche alle sue origini per metà argentine, con kimono, sovrapposizioni di capi e cappelli che ricordano i costumi tipici della Patagonia.

) Nascono dalla fusione tra sportswear e sartorialità artigianale i vestiti creati da Federico Curradi. Minimalisti, senza accessori, i cappotti, giacche, camicie, pullover e pantaloni dal taglio classico sono nei toni del grigio, nero, blu-violaceo, cammello e in tessuti come il gessato e il principe di galles.

20) Sono il gioco, la libertà, la leggerezza e l’affermazione della propria identità le basi della creatività di Sunnei, duo formato da Simone Rizzo e Loris Messina, altra firma emergente della moda maschile in Italia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1 Comment

  1. Francesca de Sanctis

    23 giugno 2018 at 11:52

    Che io sappia, l’azienda conosciuita per le cravatte si chiama Marinella, poi quando si parla di sartorialità italiana maschile prima di Zegna o di un improbabile Dolce e Gabbana c’è BRIONI.
    Così tanto per dire.

    Brioni non è più italiana, anche se nessuno mette in dubbio la sartorialità di un brand storico, allora se vogliamo parlare di eccellenza sartoriale c’è anche Cifonelli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.